Arance: un toccasana per il sistema immunitario

arance

L’arancia  è oggi uno dei frutti più comuni e importanti, soprattutto a livello commerciale. E’ originaria della Cina ma gli arabi la introdussero in Italia, infatti la parola arancio deriva dall’arabo marandj . Ne esistono diverse varietà classificate in  dolci ed amare: troviamo l’arancia amara, definita anche melangolo o arancia di Siviglia perché in questa città spagnola fu intensivamente coltivata; l’arancia dolce, molto apprezzata per il suo sapore succoso e zuccherino; l’arancia valencia, porta il nome della città spagnola in cui era coltivata fortemente… presenta una polpa molto succosa e acidula che contiene pochi semi e per questo viene definita l’arancia da succo per eccellenza; l’arancia navel, probabilmente originaria del Brasile. La sua scorza arancione si toglie facilmente ed è spessa e rugosa; il sanguinello è un ibrido comparso in Europa. La sua polpa è rossa e quando è solo striata di rosso viene chiamata semi sanguinello; infine le arance tarocco, tra le più diffuse ed apprezzate con una scorza liscia ed una polpa croccante. Scegliere arance sode e pesanti rispetto alle dimensioni con la scorza liscia priva di parti molli, macchie nere o muffe; i suoi impieghi sono diversi: si consuma al naturale, spremuta, si cucina e può essere assunta sotto forma di bevanda, marmellata o gelatina… la scorza può essere candita così come la polpa e dall’arancia si può ottenere un olio essenziale utilizzato in pasticceria, in cosmetica ed in farmacia. Come frutto si aggiunge alle macedonie, alle crepes, ai gelati o sorbetti. Può essere conservata a temperatura ambiente per circa una settimana, invece per una conservazione più prolungata bisogna riporla in frigorifero. E’ risaputo che l’arancia è ricca di vitamina C ed è anche una buona fonte di potassio, ed è per questo che viene consigliata anche tutti i giorni, sotto forma di spremuta, per aiutare e fortificare il sistema immunitario soprattutto nei periodi più freddi. L’arancia è diuretica, tonica, digestiva e lievemente lassativa e l’acqua di fiori d’arancio sembra che abbia l’effetto di conciliare il sonno.

Dott.ssa Lucia D’Anzi – biologa nutrizionista

Dott.ssa Lucia D'Anzi
Informazioni su Dott.ssa Lucia D'Anzi 68 Articles
Sono la dottoressa D’Anzi Lucia. Ho conseguito il 24 marzo 2015 la laurea magistrale in Biologia (Federico II, Napoli) con indirizzo in biologia della nutrizione che è stata da sempre la mia passione; lavoro infatti come biologa nutrizionista presso un mio studio professionale e seguo continuamente corsi di formazione e di aggiornamento nell’ambito della nutrizione oltre che della biologia in tutte le sue sfaccettature. Ho superato l’esame di stato per l’abilitazione alla libera professione di biologo e sono ufficialmente iscritta all’albo professionale. Attualmente sto seguendo il master di II livello in “dietetica e nutrizione” presso l’università Cattolica del Sacro Cuore dove svolgo anche un tirocinio presso il policlinico Gemelli. Precedentemente ho già svolto tirocinio clinico presso l’azienda ospedaliera A.O.R.N. Cardarelli di Napoli in qualità di nutrizionista; in qualità di biologa ho invece svolto un tirocinio annuale di tesi magistrale in chimica organica presso il complesso universitario di Monte Sant’Angelo, Fuorigrotta (facoltà degli studi di Napoli Federico II).

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*