Basilico: aroma mediterraneo

basilico

Pianta aromatica originaria dell’Asia, coltivata ormai ovunque e presente in tutti i giardini per il suo particolare profumo. Produce dei fiori piccoli e bianchi ma vengono utilizzate soltanto le foglie raccolte da primavera fino a fine estate; va consumato preferibilmente fresco. Oltre ad essere conosciuto come aroma per eccellenza, ha notevoli qualità: è stimolante e disinfettante; è utile in caso di digestione difficile, alitosi, emicrania e spasmi gastrici. Viene usato crudo sul cibo per insaporire le pietanze ma anche per aiutarne la digestione. Le sue qualità e metodi di utilizzo non sono terminati: può essere utilizzato come decotto o infuso per indigestione, influenza, mal di testa, nausea e l’infuso può essere utilizzato per fare gargarismi contro l’alito cattivo. Unito all’acqua, durante il bagno, tonifica e profuma la pelle. In cucina trova impiego anche nella preparazione dei liquori. Una curiosità riguardante il basilico proviene dal passato: gli si attribuivano virtù magiche e afrodisiache; il suo nome significa ‘degno della casa del Re’. Qualche ricetta interessante per farne un largo uso fitoterapico, per usufruire a pieno delle sue caratteristiche è riportata:

  • Infuso 1: 2 cucchiai di fiori di camomilla, 2 cucchiai di salvia 2 foglie di arancio, 2 foglie di basilico in 1 l di acqua – lasciare in infusione in acqua bollente gli ingredienti, filtrare e bere 1 bicchierino dopo i pasti per aiutare la digesione difficile
  • Infuso 2: 2 foglie di basilico in 1 l di acqua – versare l’acqua bollente sul basilico, lasciare in infusione per almeno 15 minuti, filtrare e bere una tazza di questo infuso in caso di bruciore addominale dopo il pasto oppure per combattere l’ansia, la stanchezza e lo stress. Lo stesso infuso può essere utilizzato in caso di alito cattivo
  • infuso 3: 2 foglie di basilico, 2 foglie di tarassaco, 2 foglie di timo e 2 di melissa – preparare una miscela con le erbe a secco. Prelevarne un cucchiaio e lasciarlo in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua bollente e filtrare. Bevuto 2 volte al giorno, questo infuso gradevolissimo, costituisce una valida alternativa al caffè per aiutare la digestione e attenuare i mal di testa che a volte derivano dalla digestione stessa.

Utilizziamo gli alimenti in tutte le loro valide alternative!

 

Dott.ssa Lucia D’Anzi – biologa nutrizionista

Dott.ssa Lucia D'Anzi
Informazioni su Dott.ssa Lucia D'Anzi 68 Articles
Sono la dottoressa D’Anzi Lucia. Ho conseguito il 24 marzo 2015 la laurea magistrale in Biologia (Federico II, Napoli) con indirizzo in biologia della nutrizione che è stata da sempre la mia passione; lavoro infatti come biologa nutrizionista presso un mio studio professionale e seguo continuamente corsi di formazione e di aggiornamento nell’ambito della nutrizione oltre che della biologia in tutte le sue sfaccettature. Ho superato l’esame di stato per l’abilitazione alla libera professione di biologo e sono ufficialmente iscritta all’albo professionale. Attualmente sto seguendo il master di II livello in “dietetica e nutrizione” presso l’università Cattolica del Sacro Cuore dove svolgo anche un tirocinio presso il policlinico Gemelli. Precedentemente ho già svolto tirocinio clinico presso l’azienda ospedaliera A.O.R.N. Cardarelli di Napoli in qualità di nutrizionista; in qualità di biologa ho invece svolto un tirocinio annuale di tesi magistrale in chimica organica presso il complesso universitario di Monte Sant’Angelo, Fuorigrotta (facoltà degli studi di Napoli Federico II).

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*