Che vuol dire essere genitori oggi???

famiglia che gurda il mare

 

Essere genitori oggi vuol dire confrontarsi con un mondo in piena evoluzione e cambiamento!  Stiamo assistendo ad una maggiore diffusione di internet, di blog, forum e reti sociali, alla nascita di nuove dipendenze e condotte  autolesionistiche, all’incremento di fenomeni di bullismo e cyberbullismo.
Argomenti che tratterò in modo approfondito nei prossimi articoli…dandovi anche dei sani consigli ma….partiamo dalla loro definizione.
Tra le nuove dipendenze, rilevante è  la dipendenza da internet, la quale consiste nel trascorrere molte ore nel mondo virtuale di internet, scappando da quello reale, fatto di relazioni sociali, amici, famiglia, difficoltà e cambiamenti  da affrontare. Nella mente del soggetto dipendente, esiste un’unica realtà da vivere….quella virtuale, di per sé più rassicurante e meno rischiosa!!!
Il comportamento autolesionista,  consiste nel procurarsi ferite al corpo in modo deliberato, ripetitivo, impulsivo ma non letale. Esso include tagliarsi, graffiarsi,   bruciarsi, pizzicarsi, provocarsi infezioni  e altri comportamenti per auto procurarsi dolore.
Mentre,  Il ciberbullismo  consiste nella pubblicazione di testi, immagini o filmati diffamatori sui moderni mezzi di comunicazione  (cellulari, chat, reti sociali informatiche, forum o blog)allo scopo di denigrare, offendere o molestare una determinata persona. Le aggressioni si ripetono nel tempo o persistono durante un periodo prolungato avendo conseguenze molto gravi sulla vita della persona offesa.

Di fronte a tutto ciò come si sentono i genitori? Quali sono le loro paure, preoccupazioni?

I genitori si sentono confusi, spaventati e provano disagio davanti alle richieste dei loro figli di libertà ed indipedenza, essendo fortemente preoccupati ed ansiosi per i pericoli quotidiani della società.
Iniziamo col sfatare il mito che non esiste il GENITORE PERFETTO, in quanto la genitorialità è un lungo apprendistato…. ovvero…..si apprende l’arte di essere genitori solo sperimentandosi nel rapporto con i propri figli!!! In base all’età evolutiva dei propri figli, le esigenze e i problemi da affrontare cambiano nel tempo…ed ogni volta è una nuova avventura da vivere, piena di sorprese, nuove responsabilità, scelte da prendere…per cui…si può anche commettere qualche errore!!!
Fondamentali sono il dialogo e le regole, ovvero dare regole, significa anche dire di “no” ad una loro richiesta, spiegandone però le motivazioni. Solo così i vostri figli affronteranno la vita adulta con maggiore sicurezza e consapevolezza. Vita adulta fatta di regole da rispettare e continui “no” ricevuti, che potranno diventare motivo di delusione e frustrazione ma….attraverso il vostro sostegno e insegnamento, impareranno ad affrontare tutto ciò  in modo sano e costruttivo.
Inoltre, bisogna essere presenti nella loro vita, stando attenti a non invadere i loro spazi e ad   esercitare un controllo ossessivo!

Come è possibile evitare   tutto questo?

-Interessandovi della loro vita sociale, dei loro amici, creando occasioni gioiose per conoscerli, come  feste,  non  rischiando, però, di fare gli amici  invece che i genitori, con la vostra presenza costante!
–   osservando i loro comportamenti, rivolgendovi ad esperti, come psicologi o personale medico, in presenza di sintomi ritenuti dannosi per la loro salute fisica e mentale!
– informandovi sugli attuali sistemi esistenti per controllare il loro traffico su internet!

Ma quale è il trucco per non risultare invadenti agli occhi dei vostri figli?

Lasciarli muovere nel mondo, osservandoli da lontano (quando necessario) e camminando al loro fianco, ascoltandoli e   sostenendoli   nelle scelte importanti, con i vostri consigli ed il vostro affetto. Ma in presenza di pareri differenti, spiegare le proprie motivazioni, senza imporle, in modo chiaro e non aggressivo, facilitando una dialogo sereno e costruttivo.
Il figlio vuole sentirsi accettato dai suoi genitori, rispettato, lasciato libero di essere se stesso, con i suoi sogni, desideri, ambizioni ma, ricordatevi che per camminare nel mondo sicuro di sé, fiducioso verso se stesso e gli altri……..ha bisogno di una base forte e sicura….che per loro… siete voi, Genitori!!!

Dr.ssa Annalisa Allocca Psicologa Clinica e di Comunità

Informazioni su Dr.ssa Annalisa Allocca - Psicologa 27 Articles
Psicologa Clinica e di Comunità, specializzanda presso l’IGAT di Napoli “ Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt e Analisi Transazionale” In diversi anni di attività ho collaborato con vari enti associativi ed istituzionali in progetti rivolti a famiglie disagiate, adolescenti a rischio e diversamente abili, organizzato seminari e convegni su tematiche di vario genere e condotto corsi di preparazione alla nascita e di sostegno alla genitorialità. Inoltre ho maturato esperienza in yoga della risata presso l’istituto penale per minori di Napoli che ha sede a Nisida fino a diventare leader in tale disciplina. Attualmente svolgo attività privata consistente in sostegno psicologico individuale, di gruppo e di coppia rivolto ad adulti, adolescenti, bambini e genitori, collaboro con la Clinica Santa Patrizia nel protocollo SICOB per la valutazione psicologica del paziente obeso candidato alla chirurgia bariatrica e conduco gruppi motivazionali alla dieta, antistress e di sostegno alla genitorialità.

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*