Come passare il Natale senza rompere la bilancia

Natale

Come ogni anno, la domanda più diffusa tra gli amanti della cucina natalizia e non è: “come posso mangiare tutto senza ingrassare?”. Ovviamente, è come chiedere se si può correre senza sudare o nuotare senza bagnarsi. Per questi motivi, l’aumento ponderale natalizio gestiamolo, riduciamolo e godiamolo.

Sempre nell’ottica di fare il possibile affinchè buoni consigli non restino su carta, ecco una serie di trucchetti facili e per niente stressanti da seguire:

La colazione. Ebbene sì, anche nelle feste natalizie non c’è tipo di alimentazione che si rispetti senza questo pasto fondamentale. Una sana colazione aiuta, tra le altre cose, a equilibrare i ritmi di comparsa della fame. Meglio evitare troppi dolciumi natalizi in questo pasto, la colazione ideale resta la stessa per tutto l’anno.

Calendario alla mano. Il consiglio più immediato. Bisogna cercare di limitare le abbuffate ai giorni tipicamente designati. Via “libera” quindi per il cenone del 24, il pranzo del 25, Santo Stefano, il cenone del 31 e capodanno. Il 27,28,29 e 30 siano sfruttati per attutire il colpo.

Come comportarsi a tavola. Facendo finta di essere a un matrimonio, la tecnica è quella di assaggiare tutto senza esagerare. E soprattutto, vietati i bis.

Attenti all’alcol. Senza entrare nei particolari già noti sulla pericolosità dell’alcol soprattutto in caso di guida, il consiglio è di brindare possibilmente dopo i pasti. Alcol a parte, mai dimenticarsi dell’importanza dell’acqua. Solo mantenendo il bilancio idrico in buono stato è possibile recuperare al meglio i liquidi in persi.

Attività fisica. Lo so, è un’utopia. Lo so, non lo farò nemmeno io. Resta il fatto che riuscire a praticare attività fisica durante le feste riduce drasticamente il rischio di un aumento del peso corporeo. Ideale sarebbe darsi appuntamento per un aperitivo in meno e per una passeggiata in più.

Non dimenticarsi degli alleati di sempre. Tutto ciò che rende la dieta mediterranea così speciale non può essere dimenticato nemmeno a Natale. In previsione di un pasto abbondante, approfittiamone per una bella scorpacciata di verdure e frutta.

 

Come autore e cofondatore di Salute&Dintorni, auguro buone feste a tutti i nostri lettori e li ringrazio perchè ci fanno crescere con tenacia ed entusiasmo.
Come biologo nutrizionista, a nome anche dei miei colleghi dico grazie alle persone che si rivolgono a noi perché hanno l’intelligenza, la tenacia e soprattutto la pazienza di seguirci nel percorso lungo ma non impossibile che porta al viver sano!

Auguri

Giuseppe Amato

Dr. Giuseppe Amato - Biologo Nutrizionista
Informazioni su Dr. Giuseppe Amato - Biologo Nutrizionista 47 Articles
Nel 2014 ho conseguito la Laurea in Biologia con lode presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Nell’ambito del percorso di studi ho scelto il curriculum specifico di Biologia della Nutrizione incentrando così la mia preparazione sulle principali discipline del campo tra cui fisiologia della nutrizione avanzata, nutrizione applicata, chimica degli alimenti, biochimica della nutrizione. Parallelamente al completamento del percorso di studi, ho conseguito il Perfezionamento in Nutrizione Ottimale che mi ha permesso di approfondire molti aspetti teorico-pratici della nutrizione applicata. Laureato e perfezionato, nello stesso anno ho ottenuto l’abilitazione all’esercizio della professione. Attualmente svolgo la professione di biologo nutrizionista in ambito privato senza tralasciare la mia passione per l'attività di divulgazione, di prevenzione e per il sociale.

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*