Fegato: la giusta alimentazione per tenerlo sano e in equilibrio

fegato

Il fegato è un organo posizionato al di sotto del diaframma e localizzato sul lato destro del corpo, vicino stomaco e colon. È la ghiandola più voluminosa del corpo umano e proprio in virtù della sua posizione centrale, gioca un ruolo fondamentale per tutto l’organismo. Le funzioni vengono espletate dagli epatociti, le cellule funzionali del fegato. Esso è così importante perché:

–         Produce e secerne la bile

–         Partecipa al metabolismo di carboidrati, lipidi e proteine

–         Produce i fattori di coagulazione

–         Demolisce l’emoglobina

–         Forma l’urea

–         Funge da deposito per numerose sostanze

–         Contiene cellule del sistema immunitario

Una delle funzioni più importanti resta però la funzione di disintossicazione, cioè “spazzino” di tutte le sostanze tossiche e non utilizzate che sono presenti nel nostro organismo. Tutto ciò che entra ed esce dal nostro corpo passa attraverso il fegato e non c’è sostanza che non venga visionata da esso. Tra gli alimenti “amici” del fegato che aiutano a depurarlo e mantenerlo sano abbiamo:

–         carciofo: da mangiare anche 4 o 5 volte a settimana, preferibilmente crudo e condito con olio evo

–         limone e pompelmo: efficaci antisettici naturali, assunti preferibilmente sotto forma di spremuta, giornalmente

–         mela: ha numerose attività medicinali tanto da aver dato luogo al famoso detto “una mela al giorno toglie il medico di torno”. Mangiata cruda e con la buccia apporta numerose proprietà

–         aglio: ha un forte effetto ripulente e viene utilizzato anche sotto forma di infuso (5-10 g in 1l di acqua)

–         barbabietole e carote: oltre ad essere mangiate crude o cotte, il loro succo è particolarmente benefico per le forti quantità di vitamina A in esse contenuta

–         tè verde: assunto giornalmente, lontano dai pasti, ha un potete effetto drenante e depurativo

–         ortaggi a foglia verde: estremamente ricchi di antiossidanti, fibre e vitamine preferibilmente crudi (bietola, spinaci, cavoli e broccoli è meglio sottoporli ad un minimo di cottura)

–         avocado: contiene glutatione che è un potente antiossidante. Recenti studi hanno mostrato come un consumo regolare di avocado possa contribuire a migliorare la salute del fegato

–         cereali integrali: comprendono le numerose piante della famiglia delle graminacee e poligonacee (grano saraceno). Sono ricchissimi di fibre, utili al giusto funzionamento di tutto il tratto gastrointestinale

–         frutta secca: assunta giornalmente, in quantità limitate, favorisce l’introduzione di acidi grassi polinsaturi

–         curcuma: depurativa, antiinfiammatoria, antiossidante, antibatterica, cicatrizzante. Può essere utilizzata giornalmente ma in minime quantità in quanto ha un sapore pungente che tende a coprire quello proprio dei cibi

–         asparago: potente effetto diuretico e coadiuvante contro particolari patologie quali gotta, calcoli renali e reumatismi.

C’è un medico migliore della natura?

 

Dott.ssa Lucia D’Anzi – biologa nutrizionista

Dott.ssa Lucia D'Anzi
Informazioni su Dott.ssa Lucia D'Anzi 68 Articles
Sono la dottoressa D’Anzi Lucia. Ho conseguito il 24 marzo 2015 la laurea magistrale in Biologia (Federico II, Napoli) con indirizzo in biologia della nutrizione che è stata da sempre la mia passione; lavoro infatti come biologa nutrizionista presso un mio studio professionale e seguo continuamente corsi di formazione e di aggiornamento nell’ambito della nutrizione oltre che della biologia in tutte le sue sfaccettature. Ho superato l’esame di stato per l’abilitazione alla libera professione di biologo e sono ufficialmente iscritta all’albo professionale. Attualmente sto seguendo il master di II livello in “dietetica e nutrizione” presso l’università Cattolica del Sacro Cuore dove svolgo anche un tirocinio presso il policlinico Gemelli. Precedentemente ho già svolto tirocinio clinico presso l’azienda ospedaliera A.O.R.N. Cardarelli di Napoli in qualità di nutrizionista; in qualità di biologa ho invece svolto un tirocinio annuale di tesi magistrale in chimica organica presso il complesso universitario di Monte Sant’Angelo, Fuorigrotta (facoltà degli studi di Napoli Federico II).

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*