Le fragole: caratteristiche e proprietà

fragole

Frutto dell’omonima pianta tipica delle regioni temperate e molto diffusa nel mondo. E’ stato sempre molto apprezzato come frutto per il sapore molto dolce e squisito ed il suo nome deriva dal latino ‘fragrare’ che significa ‘avere un buon profumo’. La fragola è una pianta bassa con steli che si radicano nel terreno dando vita a nuove piante. La polpa che viene consumata è il rigonfiamento del peduncolo dopo la fecondazione del fiore ed infatti la fragola, in senso botanico, non è un frutto. I veri frutti sono infatti piccoli semi gialli disseminati sulla superficie e vengono chiamati acheni. Le fragole si usano in svariati modi: vengono consumate al naturale (la maggior parte delle volte), intere, a pezzi o frullate; possono essere deliziose con lo yogurt o con la panna e possono essere irrorate con aceto balsamico, vino, liquore o cioccolato. Si usano per le macedonie e per fare gelati e sorbetti; oltre che possono essere utilizzate come decorazione nelle torte o si possono usare per guarnire antipasti o piatti. E’ bene scegliere esemplari che abbiano un colore vivo e rosso brillante in quanto la colorazione è indice di freschezza: più il colore è acceso e più sono fresche. Questo frutto però non sopporta il calore e le manipolazioni quindi il minimo urto lo danneggia; tra l’altro le fragole intere perdono meno il loro valore nutritivo (soprattutto la vitamina C) rispetto alle fragole tagliate a pezzi o ridotte in purea. La perdita di vitamina C può essere contenuta se si aggiunge succo di limone o di mela. Come abbiamo appena visto, la fragola è un’ottima fonte di vitamina C, ma anche di potassio, acido folico e magnesio. Le si attribuiscono proprietà depurative, diuretiche, remineralizzanti e astringenti. L’essenza di fragola è utilizzata per cure di bellezza contro le rughe e per attenuare le macchie rosse della pelle e per tonificarla. L’infuso delle foglie è un blando astringete che può essere utilizzato nella diarrea; l’effetto contrario si ottiene se vengono mangiate in grandi quantità, in quanto diventano lassative e tra l’altro, l’infuso di radice di fragola sarebbe diuretico. Alcune persone, soprattutto i bambini, possono manifestare reazioni allergiche che si manifestano con eruzione cutanea che però tende a scomparire rapidamente.

 

Dott.ssa Lucia D’Anzi – biologa nutrizionista

Dott.ssa Lucia D'Anzi
Informazioni su Dott.ssa Lucia D'Anzi 68 Articles
Sono la dottoressa D’Anzi Lucia. Ho conseguito il 24 marzo 2015 la laurea magistrale in Biologia (Federico II, Napoli) con indirizzo in biologia della nutrizione che è stata da sempre la mia passione; lavoro infatti come biologa nutrizionista presso un mio studio professionale e seguo continuamente corsi di formazione e di aggiornamento nell’ambito della nutrizione oltre che della biologia in tutte le sue sfaccettature. Ho superato l’esame di stato per l’abilitazione alla libera professione di biologo e sono ufficialmente iscritta all’albo professionale. Attualmente sto seguendo il master di II livello in “dietetica e nutrizione” presso l’università Cattolica del Sacro Cuore dove svolgo anche un tirocinio presso il policlinico Gemelli. Precedentemente ho già svolto tirocinio clinico presso l’azienda ospedaliera A.O.R.N. Cardarelli di Napoli in qualità di nutrizionista; in qualità di biologa ho invece svolto un tirocinio annuale di tesi magistrale in chimica organica presso il complesso universitario di Monte Sant’Angelo, Fuorigrotta (facoltà degli studi di Napoli Federico II).

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*