Il nostro corpo parla attraverso i sintomi: scopri perché

corpo

Il nostro corpo esprime, attraverso il sintomo, il disagio e la sofferenza che stiamo vivendo. Il sintomo entra di forza nella vita, condizionandola negativamente fino a turbare il nostro equilibrio. In realtà, non è nient’altro che un messaggio che arriva dal nostro corpo per dirci chi siamo e come stiamo affrontando la vita. Quindi sarebbe utile imparare a decifrarlo per ritrovare il proprio benessere ed equilibrio interiore.

Quali sono i sintomi?
Sono sintomi molto diffusi nella vita quotidiana, di origine Psicosomatica, ovvero che nascono dalla Mente e dal Corpo. Mente e corpo sono due entità unite tra loro e per tale motivo, si condizionano fortemente. In presenza di un disagio, questo viene espresso da entrambe le entità in modo diverso.

sintomo

 

Un esempio è quando i pensieri ci riempiono la testa, fino a farla scoppiare di dolore. Immaginiamo il nostro corpo come un palloncino che si riempie di tutti i pensieri, le preoccupazioni, le emozioni. Il “palloncino” gonfiato troppo può scoppiare. Allo stesso tempo il corpo, attraverso il sintomo, scoppia e ci spinge a fermarci un attimo per vedere cosa sta succedendo nella nostra vita.
I sintomi riguardano varie sfere o zone del nostro corpo dove sono concentrati diversi aspetti della nostra personalità:
– la sfera della razionalità: testa, viso e gola, in particolare, cefalea, mal di gola, congiuntivite, otite, carie, vertigini
– la sfera dell’esistenza: cuore e polmoni, in particolare tachicardia, ipertensione, asma, bronchite, malattie da raffreddamento (febbre, influenza), polmonite
– la sfera degli istinti e delle passioni: stomaco, intestino, reni e genitali, in particolare disturbi intestinali (colite, dissenteria, stipsi), gastrite, calcoli renali, nausea, disturbi mestruali e sessuali.
– la sfera delle relazioni: capelli, ossa e pelle, in particolare acne, alopecia, psoriasi, orticaria, dermatite, lombalgia, artrite.

Cosa fare per sconfiggere i sintomi
Spesso si allontanano o si calmano con farmaci, o ci si convive con loro per tanti anni, fino a quando non raggiungono un livello di dolore insopportabile e difficile da controllare. Iniziare un percorso psicologico, associato se necessario, ad una terapia farmacologica, permette di :
comprendere come si manifesta un sintomo dal punto di vita comportamentale, somatico (corpo) e    cognitivo (pensiero)
scoprire quali emozioni e bisogni inespressi nasconde. Ciò permette di attivarsi per soddisfarli in modo sano per la propria vita elaborando delle strategie efficaci e sane per gestire le proprie emozioni. La psoriasi, ad esempio, nasconde tanta rabbia trattenuta.
diventare consapevoli di qual è il reale messaggio che il sintomo manifesta. Comprendere quali situazioni e comportamenti della propria vita causano disagio e sofferenza.
Solo così sarà possibile ritrovare il proprio benessere e cambiare in positivo la propria vita, sconfiggendo definitivamente il sintomo. Il disturbo diventa quindi occasione di rinascita e di cambiamento consapevole ed autentico.

Dr.ssa Annalisa Allocca  Psicologa Clinica e di Comunità

Informazioni su Dr.ssa Annalisa Allocca - Psicologa 27 Articles
Psicologa Clinica e di Comunità, specializzanda presso l’IGAT di Napoli “ Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Gestalt e Analisi Transazionale” In diversi anni di attività ho collaborato con vari enti associativi ed istituzionali in progetti rivolti a famiglie disagiate, adolescenti a rischio e diversamente abili, organizzato seminari e convegni su tematiche di vario genere e condotto corsi di preparazione alla nascita e di sostegno alla genitorialità. Inoltre ho maturato esperienza in yoga della risata presso l’istituto penale per minori di Napoli che ha sede a Nisida fino a diventare leader in tale disciplina. Attualmente svolgo attività privata consistente in sostegno psicologico individuale, di gruppo e di coppia rivolto ad adulti, adolescenti, bambini e genitori, collaboro con la Clinica Santa Patrizia nel protocollo SICOB per la valutazione psicologica del paziente obeso candidato alla chirurgia bariatrica e conduco gruppi motivazionali alla dieta, antistress e di sostegno alla genitorialità.

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*