Lupini e fave: leguminose antiche

Fave

Per terminare il discorso sulle leguminose, discusse negli articoli precedenti, andiamo a descrivere brevemente altri legumi che compongono questa famiglia: fave e lupini, in modo da avere un quadro completo di quali sono i legumi, o gran parte di essi. I lupini, sono coltivati in Europa da oltre 2000 anni e la loro coltura era molto diffusa soprattutto tra Greci e Romani che li consideravano cibo dei poveri ed infatti durante le feste di paese, venivano cucinati in enorme quantità per distribuirli gratuitamente al popolo. Il lupino cresce nei paesi caldi e oltre ad essere consumato in Italia, lo ritroviamo anche nel Medio Oriente ed in alcune zone di Africa e America. Ne esistono diverse specie, alcune delle quali contenenti sostanze tossiche che conferiscono un sapore amaro e sono commestibili solo dopo una laboriosa lavorazione; infatti il lupino bianco è quello maggiormente consumato perché sono state messe a punto varietà prive di sostanze tossiche. Si consumano generalmente al naturale, con o senza buccia o irrorati con succo di limone e vengono consumati o come snack oppure trasformati in farina per creare diverse ricette. Il lupino bianco è molto nutriente; lessato è una buona fonte di magnesio, potassio, zinco e contengono inoltre fosforo. Le fave, come i lupini, hanno origine ed utilizzo antico… erano coltivate dagli ebrei e successivamente la coltura si diffuse tra Egizi, Greci e Romani. Nell’antica Roma la fava si usava nei banchetti dei Re durante le tradizioni… sopraggiunse poi in America con Cristoforo Colombo. Si può consumare cruda, se fresca, privata della pellicina che avvolge i semi ma anche in zuppe o sottoforma di purea. E’ un’eccellente fonte di acido folico, potassio e magnesio e fornisce una forte quantità di fibre. Divertiamoci e osiamo in cucina… si possono preparare cibi particolari senza necessariamente utilizzare alimenti poco salutari! Buon divertimento!

Dott.ssa Lucia D’Anzi – biologa nutrizionista

Dott.ssa Lucia D'Anzi
Informazioni su Dott.ssa Lucia D'Anzi 68 Articles
Sono la dottoressa D’Anzi Lucia. Ho conseguito il 24 marzo 2015 la laurea magistrale in Biologia (Federico II, Napoli) con indirizzo in biologia della nutrizione che è stata da sempre la mia passione; lavoro infatti come biologa nutrizionista presso un mio studio professionale e seguo continuamente corsi di formazione e di aggiornamento nell’ambito della nutrizione oltre che della biologia in tutte le sue sfaccettature. Ho superato l’esame di stato per l’abilitazione alla libera professione di biologo e sono ufficialmente iscritta all’albo professionale. Attualmente sto seguendo il master di II livello in “dietetica e nutrizione” presso l’università Cattolica del Sacro Cuore dove svolgo anche un tirocinio presso il policlinico Gemelli. Precedentemente ho già svolto tirocinio clinico presso l’azienda ospedaliera A.O.R.N. Cardarelli di Napoli in qualità di nutrizionista; in qualità di biologa ho invece svolto un tirocinio annuale di tesi magistrale in chimica organica presso il complesso universitario di Monte Sant’Angelo, Fuorigrotta (facoltà degli studi di Napoli Federico II).

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*