Quanto costa avere a che fare con un narcisista?

 

Chi non ha avuto a che fare con un narcisista?

Sono stati identificati vari tipi di narcisismo, in questo articolo parleremo del narcisismo overt teorizzato da Wink .

Le caratteristiche principali del narcisismo overt sono il senso di superiorità, l’atteggiamento sprezzante, l’ossessione per il successo, il bisogno di dominare, la mancanza di empatia, la costruzione di molte relazioni superficiali ed alta fiducia in sé.

 Questo tipo di narcisista, come definito da Ronningstam “arrogante”, pur di ottenere i suoi obiettivi, è disposto a tutto… può fingere di divertirsi se il divertimento è utile per la sua scalata sociale, può diventare iper-competente in un determinato ambito, se questo è ciò che serve per occupare la posizione che desidera o ancora, può sembrare compassionevole e generoso e spacciarsi per buon amico se questo serve per perseguire il suo progetto esistenziale.

Non è sempre facile riconoscere un narcisista a colpo d’occhio perché spesso è come se fosse avvolto in un’aura, un’atmosfera che attrae e affascina.

Ma se provassimo a guardare quali sono gli interessi che muovono i suoi comportamenti, cosa potremmo vedere?

Cosa succede quando le opinioni delle persone intorno divergono dalle sue? Cerca un punto di incontro o si arrabbia con estrema facilità?

Come gestisce i conflitti in casa?

E’ in grado di ascoltare gli altri o anche nell’ascolto c’è un interesse personale?

Un vissuto che accomuna chi ha un rapporto d’amore o d’amicizia con una persona con importanti tratti narcisistici, è un vissuto di delusione e di dolore nel momento in cui si rende conto che l’amico/fidanzato/marito/collega, non ama che se stesso e, per poterlo fare, deve squalificare gli altri. Quando questo accade, l’investimento affettivo sbiadisce e lascia il posto alla rabbia e alla delusione. Oppure, nella migliore delle ipotesi, ad una riorganizzazione del rapporto.

Di seguito elenco alcuni dei comportamenti che caratterizzano il narcisista:

  •  Scredita o ignora ciò che dici invece di capirne il senso;
  • L’ascolto è unilaterale: tutto ciò che conta quando si sta insieme è quello che vuole e quello che ha da dire. Le vostre preoccupazioni, i vostri sentimenti, sono semplici e irrilevanti sussurri;
  • E’ mosso dal disprezzo anzichè dall’interesse e dalla curiosità per l’altro;
  • Io so di più, lo so meglio e sono più interessante di te”. Le sue conversazioni per la maggior parte del tempo riguardano il cosa fa e cosa pensa. Qualora ti lasciasse spazio e tu iniziassi a parlare di te, si collegherebbe a qualcosa della sua vita in modo che il focus della discussione si sposti nuovamente su di lui;
  • Quando vuole qualcosa deve ottenerla, gli altri sono il suo braccio armato. Amici sì.. purché presenti e soprattutto utili;
  • Le critiche degli altri al suo comportamento sono percepite come attacchi alla sua persona. Lui odia essere criticato. Può criticare gli altri e spesso lo fa, ma a parti inverse dichiarerebbe guerra aperta;
  • Quando le cose vanno male tra di voi, è sempre colpa tua. Non aspettarti mai le sue scuse o ammissioni di colpa. Non fargli capire in che modo ha contribuito a crearti un problema perché potrebbe sentirsi minacciato. La grossa sensibilità alle critiche e la difficoltà ad ammettere gli errori danno come risultato la tendenza a incolpare gli altri quando qualcosa non va per il verso giusto.
  • Se si è arrabbiato, sei tu che l’hai fatto impazzire. Quindi è necessario che tu gli chieda scusa. Lui non è responsabile della sua rabbia. Se è “pazzo” è perché è frustrato da quello che TU stai facendo. (Ebbene si…)

Molti narcisisti sono dotati di grande fascino e abilità sociali (di manipolazione), ma tolta la maschera cosa resta?

Se sei incappato in questo articolo e sei un narcisista, molto probabilmente penserai che sia ricco di cavolate. Ovvio, no?Diversamente dovresti assumerti la responsabilità di cambiare. Ma fin quando tutto va secondo i tuoi piani e le persone intorno reggono ed alimentano il tuo narcisismo, perché mai dovresti cambiare? E’ una giusta riflessione. Di fatti molti narcisisti cominciano una terapia solo quando si sgretola il loro piano di vita. 

Comunque c’è da dire che non tutti hanno la scorza dura. Ci sono tante persone con tratti narcisistici che sono disposti a mettersi in discussione e cambiare.. e a loro va il mio plauso. Le forme più serie di narcisismo, come quello cosiddetto “maligno”, nascondono grosse ferite emotive originatesi nell’infanzia, quindi una grande stima va a tutti coloro che, nonostante il dolore che portano dentro, sono disposti a mettersi in discussione per diventare la migliore versione di se stessi.

Dott.ssa Simona Toto, psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale.

 

Dott.ssa Simona Toto
Informazioni su Dott.ssa Simona Toto 11 Articles
Ho approfondito attraverso corsi e master i temi più importanti della psicologia dell'età evolutiva; lavoro presso il centro medico Moscati dove occupo di valutazioni cognitive, disturbi emotivi dell'infanzia e dell'adolescenza, disturbi dell'apprendimento, fornendo supporto psicologico sia individuale che familiare. Presso i miei studi privati di Napoli e Pomigliano d'Arco mi occupo di psicologia clinica e psicologia del benessere. Sono specializzata nel trattamento dei disturbi classici della psicoterapia cognitivo-comportamentale, quali ansia, depressione, panico, distubi del comportamento alimentare e dipendenze (da sostanze, da gioco d'azzardo, affettive, relazionali). Inoltre esercito la mia attività anche in campo forense in qualità di CTP nei seguenti ambiti: valutazione della personalità, separazioni e affidamento dei minori, danno biologico di natura psichica, conflitti familiari, idoneità genitoriale.

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*