Tisane: un’abitudine quotidiana

tisana

Conosciuta fin dall’antichità, la tisana consiste in un infuso di piante, dalle proprietà officinali. Quasi tutte le civiltà hanno fatto e fanno uso di piante per curarsi, tant’è vero che sorseggiare una tisana è diventata un’abitudine quotidiana per molti. Il consumo di tisane si è perpetuato fino ai nostri giorni, nonostante il loro utilizzo sia davvero molto antico; questo perché queste bevande esercitano un’effettiva azione curativa grazie alla loro composizione, tra l’altro, molto naturale. Esse sono infusi caldi o freddi (più raramente) di foglie o fiori essiccati commestibili. È prudente, infatti, assicurarsi che le miscele contengano esclusivamente specie non tossiche ed è per questo che è preferibile acquistare prodotti i cui ingredienti sono specificati sulla confezione. Altrettanta prudenza si dovrà tenere nel caso in cui si raccolgono le erbe in maniera autonoma: è importante conoscere la composizione chimica e le proprietà farmacologiche delle piante utilizzate. La preparazione di una tisana è estremamente semplice: è sufficiente versare acqua bollente sul prodotto per permetterne l’estrazione dei principi attivi. Il tempo di infusione varia in base alla pianta ma di solito sono sufficienti cinque minuti e durante l’infusione è necessario coprire il recipiente in modo da non disperdere i principi attivi. Una delle proprietà delle tisane è sicuramente quella di contenere ed apportare poche calorie e, contrariamente a tè e caffè, contengono poca caffeina. Accenniamo ad alcune tisane più conosciute ed utilizzate:

–          La tisana alla camomilla è efficace contro lo stress e ha effetti rilassanti (mantenere il tempo di infusione basso per ottenere l’effetto rilassante)

–          La tisana alla melissa è efficace contro le palpitazioni, l’emicrania e i disturbi del sonno

–          La tisana al rosmarino è benefica per il fegato e per la circolazione del sangue

–          La tisana alla violetta è sudorifera e diuretica e sembra avere effetti benefici su bronchite e reumatismi

Nel complesso la borraggine, la maggiorana, il timo e la salvia apportano effetti tonici mentre il bergamotto e il finocchio hanno effetti calmanti e rilassanti. Tuttavia è bene ricordare che non sono pozioni magiche e che gli effetti sull’organismo possono variare da un individuo all’altro.

 

Dott.ssa Lucia D’Anzi – biologa nutrizionista

Dott.ssa Lucia D'Anzi
Informazioni su Dott.ssa Lucia D'Anzi 68 Articles
Sono la dottoressa D’Anzi Lucia. Ho conseguito il 24 marzo 2015 la laurea magistrale in Biologia (Federico II, Napoli) con indirizzo in biologia della nutrizione che è stata da sempre la mia passione; lavoro infatti come biologa nutrizionista presso un mio studio professionale e seguo continuamente corsi di formazione e di aggiornamento nell’ambito della nutrizione oltre che della biologia in tutte le sue sfaccettature. Ho superato l’esame di stato per l’abilitazione alla libera professione di biologo e sono ufficialmente iscritta all’albo professionale. Attualmente sto seguendo il master di II livello in “dietetica e nutrizione” presso l’università Cattolica del Sacro Cuore dove svolgo anche un tirocinio presso il policlinico Gemelli. Precedentemente ho già svolto tirocinio clinico presso l’azienda ospedaliera A.O.R.N. Cardarelli di Napoli in qualità di nutrizionista; in qualità di biologa ho invece svolto un tirocinio annuale di tesi magistrale in chimica organica presso il complesso universitario di Monte Sant’Angelo, Fuorigrotta (facoltà degli studi di Napoli Federico II).

Sei il primo a commentare

Lascia un messaggio

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*